Articoli_Prima

GIUBILEO E IMPEGNI PER IL MONDO DEL LAVORO

Il Giubileo, nella tradizione biblica, era un tempo in cui si esprimeva la solidarietà
soprattutto con le fasce più deboli della società. Pertanto, nell’anno giubilare, fra le altre
cose, si rendeva la libertà agli schiavi e si condonavano i debiti, per offrire a tutti un
nuovo orizzonte di fiducia e di speranza (cf Lev 25,1 ss). “Non c’è speranza sociale
senza un lavoro dignitoso per tutti”, afferma Papa Francesco. E’ questo il senso del
nostro Giubileo.
Pertanto, in questo anno del Giubileo straordinario della Misericordia, il mondo del
lavoro catanese, nelle sue diverse espressioni, vuole dare un segno di condivisione e di
solidarietà soprattutto per i lavoratori precari e per coloro che vivono il dramma della
disoccupazione e, allo stesso tempo, vuole offrire un contributo concreto alle Istituzioni
Regionale e Locale per far emergere le potenzialità di lavoro, in vista del bene comune.
Infatti, non vogliamo “cedere al catastrofismo e alla rassegnazione” e ci impegniamo a
sostenere “con ogni forma di solidarietà creativa quanti senza lavoro si sentono privati
persino della loro dignità”(Papa Francesco).

Possibilità di iscriversi alla Scuola Diocesana alla Genitorialità nella fede e nell'amore

Carissimi ,
durante il Convegno Catechistico Diocesano del 24-25 Giugno a.c. al Santuario Madonna della Sciara di Mompileri (precisamente durante l’accoglienza e l’uscita dal Convegno) è offerta la possibilità di iscriversi alla Scuola Diocesana alla Genitorialità nella fede e nell'amore, organizzata dai due Uffici Diocesani per la Pastorale Familiare e Catechistico. Nella brochure allegata  trovate tutte le informazioni riguardanti la Scuola. Per iscriversi è necessario compilare il modulo di iscrizione (che trovate in allegato), allegare una lettera di presentazione da parte del proprio referente ecclesiastico e versare la quota individuale di iscrizione di € 40,00.

un abbraccio in Cristo
Don Salvatore Bucolo, Rosetta e Giorgio Amantia e l’Equipe dell’UPF
Don Gaetano Sciuto e l’Equipe dell’UCD

Giubileo dei Sacerdoti

Carissimi Confratelli,

il prossimo 3 giugno, solennità del Cuore Sacratissimo di Gesù, si celebrerà il Giubileo dei Sacerdoti per I'anno Santo Straordinario della Misericordia.

E' auspicabile che tutti avvertiamo il bisogno di essere presenti a questo evento di grazia in comunione col Papa e tutti i Vescovi e i Presbiteri della Santa Chiesa di Dio.

Ci ritroveremo col nostro Vescovo in Seminario alle ore 9.30 e inizieremo la nostra giornata giubilare ascoltando I'omelia del Santo Padre in collegamento col CTV nel salone S. Agata.

Terminata l'omelia del Papa raggiungeremo la Chiesa per l'Adorazione Eucaristica secondo uno schema già preparato e per chi lo desiderasse accostarsi al sacramento della Riconciliazione.

Termineremo il nostro incontro con  il pranzo, momento pure importante per la nostra fraternità sacerdotale.

Nell'attesa di vivere questo dono dello Spirito, a tutti un fraterno saluto.

Sac. Salvatore Genchi, Vicario Generale

P.S.: per il pranzo è bene prenotarsi con una telefonata o un sms al Vice Rettore don Vincenzo Savio

Costituito il Consiglio Pastorale Diocesano di Catania

Carissimi, vi comunichiamo che su “Prospettive” del 22 maggio c.a. è stato pubblicato l’articolo (di cui rendiamo disponibile il file) riguardante la natura, i compiti e le finalità del Consiglio Pastorale Diocesano e di tutti gli altri Consigli Pastorali.

Un abbraccio in Cristo.

Don Pietro Longo  Vicario Episcopale per la Pastorale e l’Equipe dell’UPD

Allegato file

Giubileo del mondo del lavoro

Carissimi,

vi comunico una piccola variazione per il Giubileo del Mondo del Lavoro:  il momento iniziale, presieduto dal nostro  Arcivescovo, si terrà nella Chiesa Badia di Sant’Agata (Via Vittorio Emanuele, a fianco della Cattedrale), e non nella Basilica Collegiata, in quanto al parroco era sfuggito che la Chiesa era già stata impegnata per un’altra celebrazione.

Mentre vi chiedo scusa per il disguido, vi allego il volantino con la correzione, da diffondere.

Grazie e a presto.

Don Piero Sapienza

 

Il Giubileo, nella tradizione biblica, era un tempo in cui si ridava la libertà agli schiavi, si condonavano i debiti, si dava a tutti la possibilità di ricominciare una vita nuova, più consona alla propria dignità di figli di Dio. Il valore della solidarietà era alla base di nuovi rapporti nella vita della società, per alimentare la speranza. Il Giubileo della Misericordia, voluto da papa Francesco, sollecita tutti in questa direzione di condivisione, di compassione. In questa ottica, si inquadra il Giubileo del mondo del lavoro, proposto dal nostro Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro. Infatti, la Chiesa non può restare estranea al grave dramma della disoccupazione, che affligge tante famiglie. Nel nostro territorio, recenti statistiche ci mostrano che la disoccupazione, in particolare quella giovanile e femminile, supera punte del 50%. Eppure il lavoro costituisce una dimensione fondamentale dell’esistenza dell’uomo sulla terra.

L’Ufficio ha invitato le organizzazioni sindacali (CGIL, CISL, UIL, UGL), le  associazioni datoriali (Confcommercio, Confesercenti, Confindustria, Ance, Confcooperative, Leonardo Finmeccanica, Fondazione Ebbene) per organizzare insieme il Giubileo del mondo del lavoro, intendendo dare, fra l’altro, un segnale forte alle Istituzioni, regionale e locale, per attivare tutte le potenzialità occupazionali, esistenti nel nostro territorio. Per questo motivo, i rappresentanti delle sigle sopracitate hanno elaborato un documento con precise e concrete proposte operative, che sarà presentato alle Istituzioni. Ma la solidarietà, tipica del senso del Giubileo, viene espressa dall’impegno a continuare a monitorare insieme l’attuazione delle proposte. Quindi si profila una stagione di impegno comune. Il documento dal titolo: “Giubileo e impegni per il mondo del lavoro”, sarà presentato alla città con una conferenza stampa venerdì 3 giugno alle ore 10,30, presso il Museo diocesano.

l Giubileo del mondo del lavoro sarà celebrato sabato 4 giugno

PIERO SAPIENZA

Pagine