Articoli_Prima

Redazione WEB

Sono ormai trascorsi molti anni dalla pubblicazione del direttorio della Cei "Comunicazione e missione" che poneva l’accento sull’importanza del web: "Nell’era dei media, anche la parrocchia è costretta a cambiare la sua fisionomia. […] La parrocchia si avvia a comunicare anche con il sito internet, la posta elettronica, il notiziario e la biblioteca" (n. 52).
Vogliamo sensibilizzare ogni parrocchia, i responsabili dei siti web e dei social network, a utilizzare i nuovi mezzi di comunicazione, perché essi sono potente strumento di evangelizzazione.
Ed è per questo che ci mettiamo a disposizione per incontri da svolgere nelle parrocchie e nei vicariati per la formazione e definire un piano per abitare il web e essere di supporto a tutte le parrocchie con un’unica struttura centrale.
Il progetto consiste, anche, nel fornire alle singole parrocchie un sito web di alta qualità ed efficienza, facilmente aggiornabile, in maniera semplice, istantanea ed economica, senza dover possedere necessariamente alcun requisito nel campo (con la possibilità di creare una rete intranet diocesana) e garantire un’elevata integrazione tra il portale internet della Diocesi e gli stessi siti delle parrocchie.

Altri obiettivi dell’iniziativa sono:
 Facilitare la comunicazione tra le diverse realtà diocesane (uffici diocesani, i vicariati, le parrocchie ecc.)
 Facilitare la comunicazione tra la Diocesi e l’utente esterno.
 Fornire alle parrocchie strumenti informatici in grado di relazionarsi sul territorio con strumenti innovativi.
 Semplificare ed uniformare le modalità di relazionarsi con il territorio e facilitare l’integrazione della comunicazione tra vicariato e vicariato, tra parrocchia e parrocchia,…

Per organizzare gli incontri basta inviare una mail con nome parrocchia e numero di telefono all'indirizzo pastoraledigitale@diocesi.catania.it e sarete ricontattati.

Per ulteriori informazioni potete trovarmi in ufficio al numero 095 2504308

Giuseppe Barbagallo
Giuseppe Cardaci

Caritas Diocesana Catania

CONFERENZA DIBATTITO sul tema Il Microcredito al servizio della famiglia “in tempo di crisi”
Programma
Saluto del Direttore della Caritas Diocesana di Catania
Rev.do Don Piero Galvano
Presentazione del “Servizio Microcredito”
Dr. Giuseppe Ternullo (Responsabile)
Attività e Dati Triennali 2011-2013 del “Microcredito”
Dr. Salvatore Pappalardo (Collaboratore)
Dibattito e conclusione
L’incontro si propone di comunicare le attività del servizio in merito agli strumenti di intervento a beneficio delle famiglie che versano in situazioni di disagio e offrire informazioni per l’avvio di piccole realtà imprenditoriali.
Martedì 11 febbraio 2014 - Ore 16,30
Museo Diocesano – Piazza Duomo - Catania
Segreteria organizzativa tel.: 095/2161224 – Fax: 095/530126
e-mail: microcreditocaritasct@gmail.com

Documento sulla proposta di Regolamento delle Unioni Civili presentata dalla Giunta Comunale di Catania

Scuola di formazione all’impegno sociale e politico
Laboratorio per la città

Documento sulla proposta di Regolamento delle Unioni Civili
presentata dalla Giunta Comunale di Catania

Premessa
Sabato 18 gennaio 2014, presso i locali del Seminario Arcivescovile di Catania, dopo lo svolgimento di un incontro con gli allievi della Scuola di formazione all’impegno sociale e politico, promosso dall’Ufficio Diocesano per i problemi sociali e il lavoro, il Laboratorio per la città ha esaminato l’atto proposto per l’approvazione del Consiglio Comunale, dal titolo “Regolamento Comunale sulle Unioni Civili”.
Il Laboratorio osserva in via preliminare che l’adozione del provvedimento pone problemi di metodo in tema di democrazia partecipativa. Infatti, l’adozione di un atto amministrativo che non implica semplici tecniche di gestione, ma importa scelte significative, necessita di un confronto aperto con la città e le sue sensibilità. Solo così è possibile eliminare il dubbio che si voglia cedere alle pressioni del momento piuttosto che intervenire su di un tema rilevante per la vita delle persone e della città.

Nel merito il Laboratorio ritiene di trovarsi dinanzi ad un atto
1. piuttosto ambiguo nella formulazione e nella definizione dell’ambito di applicazione;
2. in contrasto con gli artt. 2, 29 e 30 della Costituzione;
3. in contrasto con il vigente diritto di famiglia;
4. in contrasto con l’art. 6.12 del vigente Statuto del Comune di Catania;
5. non di competenza del Consiglio Comunale in ordine alla definizione delle unioni di fatto ed al loro riconoscimento;
6. di una sostanziale delega alla Giunta circa i contenuti concreti delle misure.

Il “Regolamento”, infatti, si limita ad elencare una serie di requisiti e di finalità desiderate, senza tenere conto né della legislazione vigente in materia, né del dibattito in corso nel nostro Paese sulla definizione e la discipline delle unioni di fatto.
La questione si fa più complessa, per l’approvazione della Legge Finanziaria Regionale che, senza neppure porsi il problema della regolamentazione della materia, ma semplicemente elencandone il titolo, stanzia fondi a sostegno delle “Unioni Civili” sottraendoli alle risorse destinate al welfare familiare.
Il Laboratorio osserva che un tema di questa portata non possa essere discusso ed approvato ancor prima di affrontare e risolvere gli innumerevoli problemi in cui le famiglie della nostra città e dell’intera Regione si dibattono, a causa del permanere della grave crisi economico-finanziaria.

Il Laboratorio chiede
1. l’istituzione del “distretto famiglia”, sull’esempio fornito dalla provincia di Trento;
2. l’attribuzione di fondi e loro utilizzazione per il welfare familiare, anche ricorrendo alle risorse fornite da Leggi nazionali, regionali e comunitarie;
3. l’applicazione del “quoziente familiare” nella determinazione delle tariffe dei servizi e della fiscalità locale;
4. la regolamentazione dei tempi di lavoro a favore della famiglia;
5. l’istituzione del marchio “amico delle famiglie”.

Il Laboratorio invita
1. gli organi di amministrazione della Città, Sindaco, Presidente del Consiglio e Consiglio Comunale, a volere con sollecita urgenza, convocare i rappresentanti della Scuola di Formazione all’impegno sociale e politico e del Laboratorio per la Città, per aprire il dibattito nella città con criteri di ampia diffusione e trasparenza, per discutere i temi in ordine alla “politica sociale in favore della famiglia, considerata tale anche quella di fatto” (Cf. art.6.12 Statuto Comunale);
2. a deliberare sulle unioni civili solo all’interno di una decisione più vasta sui servizi sociali e sulle prestazioni da rendere alla comunità familiare.

Ufficio Pellegrinaggi

Pellegrinaggio a Roma con udienza da Papa Francesco dal 1 al 2 aprile 2014 quota € 315.00 in aereo.

Pellegrinaggio Diocesano “Sulle Orme dell’Apostolo Paolo” ( Malta ) dal 28 aprile al 2 maggio 2014
guidato dal nostro Arcivescovo Mons. Salvatore Gristina
quota di Partecipazione € 860.00 in camera doppia e € 120.00 supplemento camera singola.

Per informazioni Ufficio Pellegrinaggi, Via Vitt. Emanuele, 159 – Catania
Tel. 095/2504332 – 340/2318274 – 340/2319951
e-mail: ufficiopellegrinaggi@diocesi.catania.it

Pagine