Articoli_Prima

Convegno Catechistico Diocesano 2014

Ai Presbiteri, ai Diaconi, alle Persone Consacrate e ai Catechisti dell’Arcidiocesi

Carissimi,
anche quest’anno ricorre il consueto appuntamento del Convegno Catechistico Diocesano che si terrà presso il Santuario Madonna della sciara a Mompileri e avrà come tema:
La programmazione della catechesi e della pastorale, nella prospettiva della nuova evangelizzazione.
Il tema trae spunto dalle indicazioni che Papa Francesco offre nella Evangelii Gaudium, e dal cammino di preparazione al V convegno Ecclesiale Nazionale del 2015 (In Gesù Cristo, il nuovo umanesimo).
Inoltre la nostra Chiesa ha ricevuto il dono della nuova edizione del Direttorio Liturgico Pastorale, ed il convegno catechistico potrà essere l’occasione propizia affinché i medesimi principi soggiacenti al Direttorio possano orientare anche la nascita di un valido Progetto Catechistico Diocesano.
Le due realtà (Programmazione della catechesi e Direttorio Liturgico Pastorale) ben si integrano e si richiamano a vicenda costituendo vicendevolmente momenti propedeutici uno dell’altro.
Lo svolgimento del Convegno sarà articolato nei giorni 16, 17, 18 Settembre, dalle ore 17.30 alle ore 19,30. Il relatore, Fr Enzo Biemmi il 16 e il 17, partendo dall’analisi della nostra realtà, ci fornirà criteri concreti per la riflessione catechetica e la progettazione della catechesi a livello diocesano, vicariale e parrocchiale. Giorno 18 il Padre Abate Dom. Ildebrando Scicolone presenterà il Direttorio Liturgico Pastorale.
Come da tradizione martedì 16 settembre alle 9.30 si svolgerà un incontro specifico per i sacerdoti e i diaconi.
Sarà possibile scaricare il modulo dell’iscrizione al convegno dal sito www.diocesi.catania.it, nella finestra dell’Ufficio Catechistico. Il modulo già compilato potrà essere consegnato martedì 16 a partire dalle ore 17.00 presso la segreteria del convegno. Chi volesse contribuire alle spese del convegno, lo potrà fare liberamente e… generosamente. Grazie.
Salutandovi tutti cordialmente nel Signore, cogliamo l’occasione per invitarvi a fornirci suggerimenti e proposte che ci permettano di qualificare sempre di più il servizio dell’Ufficio Catechistico.

sac. Gaetano Sciuto e l’equipe dell’UCD

XIV Settimana Biblica 7 - 10 luglio 2014

Per i santi è tutto il mio amore (Sal 16,3) Parola e santità: un rapporto sponsale

L’universale vocazione alla santità di cui parla la Costituzione dogmatica sulla Chiesa (LG 40) ci ricorda che «tutti coloro che credono nel Cristo di qualsiasi stato o rango, sono
chiamati alla pienezza della vita cristiana e alla perfezione della carità», perché sanno che tale santità «promuove nella stessa società terrena un tenore di vita più umano».
La nostra santificazione, voluta da Dio (1Ts 4,3; cf. Ef 1,4), è un’opera dello Spirito e non un’impresa della carne. Si manifesta nei molteplici frutti della grazia che lo Spirito
produce in ogni discepolo, dirigendo i nostri cuori verso quei fratelli che con il loro esempio testimoniano che è possibile compiere in ogni tempo il disegno di Dio, imitando il Figlio.
Il Centro Biblico Diocesano Verbum Domini, offre una Settimana biblica per approfondire il legame sponsale che lega la vita di santità alla Parola di Dio, seguendo in particolare la parabola esemplare di Teresa di Lisieux per avere una conoscenza adeguata e proponibile alle giovani generazioni.
Gli incontri, secondo un collaudato cammino di studio e di preghiera, sono coordinati da don Giuseppe Bellia, direttore del Centro biblico diocesano, da fr François-Marie Léthel,
ocd, docente di Teologia dogmatica e di Teologia spirituale al Teresianum di Roma e da don Paolo Fichera, pedagogo e docente di Storia della filosofia contemporanea al
San Tommaso di Messina. L’iniziativa è diretta a presbiteri, diaconi, religiosi, catechisti, insegnanti di religione e a quanti, attratti dall’amore di Cristo e del suo Vangelo, hanno il
desiderio di crescere nella vita di santità.
Gli incontri iniziano lunedì 7 luglio (ore 15,30)e si concluderanno giovedì 10 luglio (ore 12,30).
Si svolgeranno presso la Casa Generalizia delle Suore Domenicane del Sacro Cuore di Gesù, in Via S. Nullo 46, sulla circonvallazione di Catania (direzione Ovest). Sono disponibili 50
camere. Il costo della pensione è di 38 €. in doppia e di 43 €. per la singola. Il costo dei singoli pasti è di 13 €. L’iscrizione rimane invariata (€. 20). La richiesta dovrà pervenire in
tempo utile al diacono Giuseppe Gangemi, segretario del Verbum Domini, preferibilmente all’indirizzo di posta elettronica: iosegangemi@gmail.com. Si può anche telefonare al 340.2618916 oppure allo 095.382417.

Museo Diocesano Catania

In occasione delle celebrazioni del IV centenario della nascita di Mattia Preti (1613-2013), sono esposte al Museo Diocesano di Catania due opere del celebre pittore barocco: il San Luca che dipinge la Vergine, conservato nel Museo Civico di Castello Ursino, assieme alla grande pala raffigurante San Luca che dipinge la Vergine con il Bambino, custodita nella chiesa di San Francesco d’Assisi a La Valletta.
Nella sede espositiva Catanese si darà quindi luogo per la prima volta a uno straordinario raffronto tra due opere di uguale soggetto ma totalmente differenti per stile, impianto compositivo, destinazione e intenzione retorica, entrambe eseguite a Malta dal “Cavalier calabrese” a pochi anni di distanza, nel momento in cui Mattia Preti si trovava all’apice della sua carriera. Tale inedito confronto permetterà di evidenziare la straordinaria versatilità del pittore.

da sabato 24 maggio a sabato 14 giugno 2014
da Lunedì al Sabato 9 - 13
Venerdì e Sabato 16 - 18
Domenica e festivi 10 - 13

info 095/281635
museo@museodiocesanocatania.com

Famiglia, diventa ciò che sei!

"Ci sono cristiani che sembrano avere uno stile di Quaresima senza Pasqua. Però riconosco che la gioia non si vive allo stesso modo in tutte la tappe e circostanze della vita, a volte molto dure.
Si adatta e si trasforma, e sempre rimane almeno come uno spiraglio di luce che nasce dalla certezza personale di essere infinitamente amato, al di là di tutto".
Con queste parole, Papa Francesco nella recente Esortazione Apostolica "Evangelii Gaudium" (n. 6) descrive il senso profondo della Pasqua che anche quest'anno abbiamo la gioia di rivivere.
La gioia e la luce che derivano dalla Pasqua sono anche quelle che devono accompagnare ed illuminare il cammino personale e comunitario che come cristiani abbiamo la necessità di percorrere.
Mi piace, in tal senso, augurare Buona Pasqua ed offrirvi un testo stilato dall'Ufficio diocesano Problemi sociali e lavoro e da quello per la Pastorale familiare sul tema della famiglia, che, come ricorda Papa Francesco al n° 66 dell'Esortazione Apostolica è "cellula fondamentale della società, luogo dove si impara a convivere nella differenza e ad appartenere ad altri e dove i genitori trasmettono la fede ai figli".
+ SALVATORE GRISTINA
Arcivescovo

Pagine